Che cos’è realmente il NATALE?

christmas-3021494__340

 

In questa atmosfera magica del Natale concediamoci una sana e breve riflessione. E’ inutile ricordarci che in questo periodo dell’anno solare diventiamo tutti un po’ più buoni ed empatici verso il nostro prossimo.

Possiamo dire che in questo momento, anche se qualcosa non va nella nostra vita, domina in noi il pensiero positivo e vediamo con più chiare molte cose che prima vedevamo buie e nascoste.

E’ forse il miracolo della luce divina che attraverso suo figlio ci illumina e invia messaggi di pace e amore? Oppure è una legge dell’universo che in questa fase temporale del continuo pellegrinaggio cosmico si connette con una parte energetica evoluta che è necessaria alla nostra evoluzione?

E’ importante dire che questo sacro mistero ha fatto sempre meditare tutti gli uomini di ogni periodo storico. Dapprima molte civiltà pagane poi gli antichi romani festeggiavano questo periodo come l’inizio dell’inverno, il solstizio della stagione fredda che incombe e porta spesso novità evolutive.

Poi con l’avvento della nascita di Gesù assistiamo alla divisione del tempo storico (prima di Cristo e dopo Cristo) e si colloca proprio in questo magico periodo accelerando le sue vibrazioni energetiche.

E’ una continua lotta del “sacro” e “profano” che si rincorrono e vogliono dirci che adesso non siamo soli nell’universo ma esiste qualcosa oltre i nostri limiti comprensivi che si sta preoccupando per  la nostra evoluzione.

Proviamo, quindi, ogni volta che siamo immersi in queste nuove vibrazioni di assorbire il suo significato e cogliere l’essenza spirituale per conservarla come un tesoro nel nostro profondo. Solo così potremo ottenere un ausilio prezioso per la nostra trasformazione energetica e risolvere i nostri problemi esistenziali diventando così più responsabili per l’evoluzione della nostra civiltà.

Se vuoi mantenere allineato il tuo “pensiero positivo” ti invito a leggere il mio articolo e scaricarti gratuitamente il mio e-book  “I 16 Segreti sul Pensiero Positivo”.

Buona Natale e Felice Anno Nuovo!

                                       GAETANO CAIRA

(Autore e Wellness Coach)

CHI SONO GLI ANGELI?

 

angeli

 

Nei testi sacri di molte religioni notiamo la presenza di molti esseri sovrannaturali che hanno aiutano e influenzato molte persone, determinando anche degli eventi che hanno segnato la storia dell’umanità.

Molti di essi sono stati descritti muniti di ali proprio come degli esseri che provengono da un’altra dimensione più evoluta della nostra. La religione Ebraica è ricca  di storie di angeli: i loro nomi, con desinenza  – ele (Michele, Raffaele, Gabriele…) sono caratteristiche della storia letteraria e spirituale giudaica.

E’ molto importante sapere che tra il “nostro mondo terreno” e “il mondo celeste” esistono degli esseri che controllano le nostre vicende anche per migliorare ed evolvere il nostro percorso spirituale.

Come ci ha insegnato la religione cristiana, ognuno ha dalla nascita un guardiano molto fedele, come un carabiniere, assegnatoci dal Creatore: “l’angelo custode”. Egli è preposto alla nostra protezione da qualsiasi tipo di male che proviene dall’esterno.

Durante il percorso nel mondo terreno di una persona, è possibile, per risolvere dei problemi personali o nodi energetici, che l’intermediario celeste possa chiedere collaborazione, per un breve periodo, alla buona volontà e all’esperienza appartenente ad un’ anima di un parente o amico che gli è stato molto vicino in vita.

Questi interventi che si possono definire “celesti” possono cambiare totalmente in ogni momento una vita umana ed è la speranza che esiste in ognuno di noi quando veniamo improvvisamente abbandonati da tutti: come quando si tocca il fondo! Ma sembra che non veniamo lasciati mai da soli, neanche in questi momenti: esiste un secondo programma!

Non siamo riusciti con il primo? Adesso riusciremo sicuramente con il secondo che corrisponde a  quello che abbiamo in riserva e servirà per riprendere il tuo cammino verso la luce.
Noi tutti abbiamo un valvola che è sita in qualche parte della nostra anima che ci permette di collegarci con la nostra parte evoluta e l’origine di ogni cosa creata. Ad aiutarci a connetterci ci può aiutare il nostro “angelo custode” che è l’intermediatore tra cielo e terra.
Molto importante è creare un ponte, una comunicazione tra il mondo terreno e il mondo trascendentale. Le nostre religioni ci hanno insegnato che la strada giusta è quella della “preghiera”.

Ma la cosa migliore non è quella di connetterci solo quando abbiamo bisogno ma tutti i giorni o in ogni momento della giornata che ci sembra più opportuno. Ideale è pregare e connettersi con la nostra parte evoluta prima di andare a dormire. Preparare un ambiente sano e tranquillo,  psicologicamente e spiritualmente parlando, aiuta a donare serenità e riposo ottimale nei nostri sogni.
E’ molto importante pregare verso una figura che rappresenta il nostro Padre e Creatore di tutte le cose che vediamo e non vediamo nell’universo. Questo aiuta a stabilire, ripeto, un contatto sottile e affettuoso fra le due dimensioni: quella “terrena” e quella “celeste”, come di suol dire…

Non bisogna solo recitare a memoria le nostre preghiere ma saper chiedere con consapevolezza, con parole umili e sincere l’intenzione di “voler cambiare” con domande costruttive tipo “come posso risolvere questo problema ed evolvere la mia persona?”…Solo così si potrà ricevere in poco tempo una risposta giusta al nostro problema.

Una volta stabilita la sintonia con la vera essenza si è veramente entusiasti di essere spirito in evoluzione ed è importante accettare con consapevolezza qualsiasi prova che ci riserva la vita…!!!

Gaetano Caira

Autore e Wellness Coach

Se vuoi fare domande o esprimere una tua opinione ti invito a compilare la form qui sotto.